Le Perle           di Patry

Mal di schiena

Una ricerca effettuata dall’Università di Goteborg ha portato alla conclusione che la lombalgia è come la colite o alcuni tipi di ulcere e cioè di origine psicosomatica. Sembra che i dolori alla schiena o di una sua parte (cervicale, dorsale o lombare) sarebbero l’ espressione locale di ansia, stress, depressione o di altri disagi psicologici. Da molto tempo è noto che, in situazioni di tranquillità, la schiena assume un atteggiamento di riposo, fino ad apparire quasi gobbi. Mentre, non appena riceviamo uno stimolo imprevisto ci mettiamo subito sull’attenti, i muscoli della schiena si tendono e la schiena si rettifica con il conseguente cambio di postura. Quando si vive in situazioni di stress costante per via di alcune circostanze della vita (problemi sul lavoro, conflitti emotivi, conflitti familiari, stati d’ansia, eventi stressanti (come solo il traffico in città), i muscoli della schiena si tendono in maniera eccessiva fino a dar luogo ad un mal di schiena che può diventare cronico.

Il mal di schiena cronico, può comunicarci che non ce la facciamo più a caricarci tutto sulle spalle. Una qualsiasi cosa da cui non siamo capaci di sottrarci perché non sappiamo di dire di “no”, può generare l’elemento scatenante. Infatti sembra che le persone più a rischio sono quelle con uno spiccato senso del dovere, sempre pronte ad aiutare gli altri, anche quando magari non se la sentono. Persone molto altruiste, che si sacrificano per il prossimo, e che non si prendono quasi mai un periodo di riposo. Dobbiamo imparare che un “si” detto per non deludere l’altra persona, il nostro inconscio lo elabora come una responsabilità che non siamo pronti ad affrontare e che si può trasformare in un “no” del nostro corpo, magari con un improvviso dolore localizzato a livello della colonna vertebrale.

Piccoli psico-consigli

Chi avverte dolore alla base del collo, (torci-collo) tanto da non riuscire nemmeno a girarsi, ha bisogno di comunicare, di aprirsi all’esterno.

Chi ha il collo allungato in avanti e le spalle che tendono a chiudersi e avverte un dolore che scorre tutta la parte alta della colonna vertebrale, cerca di proteggersi da qualcosa che può provocare dolore, ad esempio sta affrontando la vita con troppa paura; deve cercare di sbarazzarsi dei pesi che lo opprimono e imparare a esprimere liberamente le proprie emozioni.

Chi invece ha la parte lombare spesso dolorante, e l’addome diventa leggermente sporgente, vuol dire che a corto di passioni, che si sente progioniero di regole e pregiudizi. Il consiglio è anche quello di recuperare i propri sogni e a dire quello che pensa.

Chi ha l’area sacrale dolente, sta negando emozioni e sentimenti.

Se mi posso permettere un consiglio personale, è quello di liberarsi poco a poco dell’atteggiamento mentale che porta a sentire tutto come un peso, e imparare che il mondo non è tutto sulle nostre spalle, e che se ci liberiamo di qualche fardello non succede nulla di catastrofico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: