Le Mie Regole

cropped-10252141_355741027922744_5054939667290768992_n-copia.jpg

Nella vita ci sono sempre delle regole da rispettare. E per una ribelle come me, è sempre stato difficile rispettare quelle che mi sono state imposte, soprattutto perchè non ho mai tollerato l’idea che devono essere gli altri a indicarmi ciò che è giusto e ciò che è sbagliato per me. Queste catene “imposte”, mi hanno sempre portato a stati di ansia, depressione, attacchi di panico che galleggiavano nella mia mente tra i sensi di colpa e la ribellione, tra il “faccio come cazzo mi pare” e il “tutti ce l’hanno con me”. E con tutti questi pensieri che tagliavano nella mia mente,  venivano fuori varie malattie psicosomatiche che mi torturavano il corpo. Malattie che, con il senno di poi  ho capito, altro non erano che chiari messaggi per attirare l’attenzione su di me, per cercare l’approvaziane dagli altri, per ciò che non approvavo di me stessa.  Già, perchè ansia, depressione, attacchi di panico, non sono altro che l’eccesso di mancanza di autostima. E quando non hai autostima non hai niente.

Poi la svolta. Grandi cambiamenti positivi nella mia vita, che comunque hanno portato tante cose negative,  hanno accentuato tutti i miei problemi. Ma si sa, dobbiamo toccare il fondo per darsi la spinta giusta per poter riemergere. O come dico sempre io, quando l’allievo è pronto il maestro appare. E il maestro è apparso. Anzi La Maestra. Quasi quattro anni. Un impegno non indifferente. Quasi quattro anni, per essere una donna libera. Libera da se stessa e dai suoi fantasmi. Libera di essere quella che sono, senza sensi di colpe, e seghe mentali. Libera di scegliere, libera di amarsi. Non ringrazierò mai abbastanza la Dott.ssa Celli, per ciò che è riuscita a fare con me. Non finirò mai di ringraziare la mia psicologa, che per quattro anni mi ha accompagnato nella mia metamorfosi, insegnandomi ad avere un’opinione diversa di me stessa, insegnandomi ad essere quella che realmente sono, e non quella che gli altri vogliono.  Non finirò mai di ringraziare la mia Dottoressa, per avermi aperto la mente e avermi reso una donna libera. Perché con lei ho imparato, che niente è impossibile. Molti pensano che andare dallo psicologo sia quasi una vergogna, in quanto è ammettere di avere dei problemi. O come dicono dalle mie parti ” dagli psicologi ci vanno i grulli”.  Ebbene, sono strafelice di essere stata grulla. Ma adesso sono io che faccio diventare “grulli” gli altri. Perchè io sono Felice.

A chi mi dice che io sono solo una persona fortunata, rispondo che, si è vero, Io Sono Una Persona Fortunata.  Ma la mia fortuna me la sono costruita con le mie mani, con il mio sudore. Con Il Mio Dolore. Giorno per giorno, cadendo, rialzandomi. Piangendo, lottando, a volte anche sputando sangue. Ma a combattere le battaglie più difficili, sono sempre stata da sola. Certo che sono una persona fortunata. Perchè ho tutto quello di cui ho bisogno per essere felice. Me Stessa. Perchè la Mia felicità, non può dipendere da nessuno. Altrimenti non sarebbe la Mia. La Mia felicità, dipende solo da me stessa.

Torniamo alle regole. Le Mie Regole. Regole che ho coniato sulla mia pelle, che mi hanno comunque lasciato cicatrici ma mi hanno reso più forte. Regole che hanno fatto di me una guerriera. Perchè non c’è motivo migliore che combattere per se stessi.  Regole che sono i miei comandamenti.

Regola N.1 

Prima di me stessa non c’è nessuno.

Regola N.2 

– Selgo io per prima. Non devo dare agli altri la possibilità di scegliere per me.

Regola N.3 

– Chi segue gli altri non sarà mai primo.

Regola N.4 

– Non permettere che il giudizio degli altri, ti faccia giudicare qualcuno.

Regola N.5

  – Conta sempre fino a 10, poi spara.

Regola N.6 

– Non andare contro ciò che detesti, ma vai incontro a ciò che desideri.

Regola N.7 

– Meglio chiedere scusa dopo, che il permesso prima.

Regola N.8 

– Per camminare sempre a testa alta, bisogna saperla abbassare.

Regola N.9 

– Non raccontare mai i cazzi tuoi, a chi ti racconta quelli degli altri.

Regola N.10

– Rendi sempre il doppio di ciò che ti viene dato.

La vita va vissuta. La vita è Unica, come unici sono i suoi giorni, i suoi momenti. Ed ogni momento vale la pena di assaporarlo sino in fondo perchè non ritornerà. Ogni lasciata è persa. Ed io ho deciso di non lasciare niente. Perchè io Sono VIVA

Salva

Salva

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...